Come fare a: Ricaricare Postepay

La carta PostePay è uno strumento entrato nelle nostre vite e ormai quasi indispensabile. Viene spesso usata associata ad un conto PayPal per effettuare acquisti online su eBay, per pagare servizi telematici e da alcuni genitori moderni per erogare la “paghetta” ai propri figli.
Ma non solo: può essere usata anche per farsi accreditare lo stipendio (in questo casa si tratta di PostePay Evolution e vi è stampato sopra un IBAN oltre al codice PAN), per pagare i pedaggi autostradali e la spesa al supermercato. Questi ovviamente sono solo alcuni esempi: possiamo affermare che tutto ciò che è effettuabile con un bancomat è fattibile anche con una carta prepagata PostePay.

Ma come è possibile ricaricare la propria carta PostePay o quella di un amico o di un famigliare? E’ molto semplice e i ci sono diversi metodi disponibili!

Ufficio Postale – ATM PostaMat

Questo è il metodo classico anche se forse è quello più lungo per le code che solitamente si trovano negli uffici postali italiani. Ma essendo la PostePay una carta emessa da Poste Italiane è doveroso menzionare per prima questa procedura!
Se sei nella tua città probabilmente saprai già dove si trova l’ufficio più vicino, in caso contrario (e per conoscere orari e servizi disponibili in loco) puoi consultare il motore di ricerca del sito ufficiale di Poste Italiane per trovare quello più vicino a te.

Dopo aver localizzato l’ufficio che ti è più comodo non ti resta che presentarti munito di un documento (carta di identità, patente o passaporto), codice fiscale e numero della carta da ricaricare. Se la carta non è la tua ricordati che serviranno anche il codice fiscale dell’intestatario in aggiunta al suo nome e cognome. Il costo del servizio è di 1,00€ e la ricarica sarà immediata. Puoi pagare in contanti, attraverso un’altra postepay e con una qualsiasi carta bancaria in tuo possesso.

Volendo puoi effettuare anche la ricarica attraverso il PostaMat dell’ufficio postale posto solitamente all’esterno dello stesso. Nonostante il nome leggermente diverso funziona come tutti gli sportelli BancoMat ma in aggiunta ha alcuni servizi postali dedicati ai correntisti Banco Posta

Poste.it – PostePay.it – App PostePay

Se hai già una carta PostePay (standard o evolution) con un credito sufficiente e sei registrato su Poste.it, per la ricarica che dovrai fare puoi anche scegliere di usare:

Tramite queste modalità il costo di ricarica è di 1,00 euro e la ricarica sarà immediata. Non tutte queste modalità sono però operative 24 ore su 24.

Ricevitorie e Tabaccherie

Questo metodo di ricarica è forse il più utilizzato, soprattutto ora che in aggiunta alle Tabaccherie aderenti a Banca5 (ex Banca ITB) e alle ricevitorie Sisal è possibile caricare una PostePay anche presso le ricevitorie Lottomatica aderenti al circuito LIS!

ATTENZIONE: dal 1 gennaio 2019 le ricevitorie Sisal non saranno più abilitate al servizio di ricarica PostePay.

Se è la prima volta che carichi in uno di questi circuiti purtroppo dovrai armarti di un pizzico di pazienza perchè la prima ricarica necessiterà di un po’ di tempo in più. I ricevitori/tabaccai sono costretti a dover inserire molti dati per effettuare la prima identificazione e quindi non ti spaventare se li vedrai fotografare il tuo documento di identità!

Per effettuare la ricarica in ricevitoria ti verranno chiesti:

  • numero della carta PostePay
  • il tuo codice fiscale (o tesserino sanitario: ricorda che non è possibile digitarlo manualmente e quindi è necessario il tesserino!)
  • il tuo documento di identità (carta di identità, patente o passaporto rigorosamente NON scaduto)
  • il codice fiscale del titolare della carta PostePay nel caso tu la stia facendo ad un’altra persona (questo è inseribile manualmente dall’operatore)
  • la causale dell’operazione (opzionale)

L’importo massimo caricabile è di 997,00€ ma è vincolato anche alla disponibilità rimasta al punto vendita. Spesso il plafond settimanale non basta per accontentare tutti i clienti: se possibile non aspettare il weekend quindi!

Il costo dell’operazione di ricarica è di 2,00€ e l’accredito è immediato. Purtroppo con le normative vigenti agosto 2018 molti esercenti hanno smesso di erogare questo servizio perchè impegna molto tempo l’operatore al terminale. Non ti stupire quindi se farai un po’ di fatica a trovare una ricevitoria o una tabaccheria disponibile a caricare la PostePay. Se vuoi saperne di più su questa ultima cosa puoi consultare questo articolo.