Accendere la TV

Accendere la TV può essere un problema se non si sa dove mettere le mani e cosa controllare prima di farlo.
Ma non avere paura, ti aiuterò in questa operazione nella maniera più sicura e veloce possibile! Vedrai che sarà facilissimo con il mio aiuto!

I televisori sono notevolmente cambiati negli ultimi anni: se sei giovanissimo probabilmente conoscerai solo quelle a schermo piatto. Ma noi con qualche capello bianco abbiamo fatto in tempo a sviluppare la vista a raggi X davanti ai vecchi schermi a tubo catodico donando diottrie una dopo l’altra. I nostri nonni addirittura hanno visto i televisori in bianco e nero con le rotelle per sintonizzare i canali (quei pochi che c’erano). E niente telecomando, ovviamente: al massimo si alzava la nonna a girare la rotella del tuner.

Un antico televisore con le manopole che la nonna girava per cambiare canale su ordine del nonno

Prima di accendere la TV bisogna fare alcuni passaggi indispensabili! Ne va della tua sicurezza, di quella dei tuoi cari e persino del gatto del vicino. Non si scherza con la TV, mi raccomando!

  • Controllare l’alimentazione elettrica del quartiere

Sembra scontato ma è un passaggio molto importante: affacciati alla finestra e verifica che nella zona ci sia corrente. Ti basterà guardarti intorno per capirlo, ma se proprio non ti senti sicuro di ciò che percepisci puoi bussare ad un vicino e toglierti ogni dubbio. Sarà lieto di aiutarti, ne sono certo!

  • Controllare l’alimentazione elettrica di casa

Fortunatamente questo passaggio è molto veloce: puoi verificarlo in vari modi. Io di solito apro il frigorifero e mi assicuro che si accenda la luce di cortesia: è un metodo efficace che non mi ha mai dato falsi positivi.
Un altro buon metodo, anche se più lungo, è quello di mettere in carica il telefonino: attendi qualche ora e verifica la percentuale di carica. Se è aumentata hai sicuramente un impianto elettrico correttamente alimentato.

  • Batterie

Le batterie sono un altro argomento delicato sul quale dobbiamo perdere qualche secondo. Come sai la sicurezza è tutto e io voglio che tu sia correttamente informato. Ne va della mia reputazione e della tua salute!

  • Verificarne la presenza

Apri lo sportellino dietro al telecomando e verifica per prima cosa che ci siano le batterie e che siano orientate nel verso giusto. L’indicazione della direzione di inserimento può essere riportata sul retro del coperchietto oppure sotto le batterie. Io, prima di ogni accensione della TV, controllo sempre la polarità. Mio cuggino mi ha detto che una volta le ha trovate capovolte e io non vorrei che accadesse anche alle mie. Batterie alcaline e al litio vanno benissimo, l’importante è che non siano al plutonio: oltre a essere bandite dal mercato da tanti anni rischiano di generare una potenza di 1.21 gigawatts che potrebbe mandare in corto circuito il telecomando stesso. Mio cuggino le usava e si sentiva uno Jedi quando cambiava canale.

  • Verificarne la carica

Ma come fare a verificare che siano cariche? Te lo spiego subito, son qui per questo!
Se hai seguito con attenzione la guida avrai già verificato la presenza di corrente elettrica nell’abitazione. Puoi quindi spegnere la luce e chiudere le persiane (o le tapparelle) e i boccaporti. Serve molto buio per fare questo tentativo. Stai attento a come ti muovi: è un attimo picchiare il mellino (cioè il mignolino del piede) contro uno spigolo.

Il led al buio
La prova del telecomando al buio: un modo infallibile per capire se le batterie sono cariche e posizionate correttamente!

A questo punto avvia la fotocamera del tuo telefonino, togli il flash e inquadra il telecomando. Su quest’ultimo tieni premuto un tasto qualsiasi: sul tuo schermo dovresti vedere una luce rossa (fissa o lampeggiante, dipende dal telecomando). L’importante è che non sia verde: in quel caso getta subito nel frigorifero il telecomando: significa che non hai controllato bene le batterie e stai usando quelle al plutonio! In questo caso l’ideale sarebbe buttarlo fuori dalla finestra (non sulla gente che passa, per favore!) ma avendo barricato tutto per fare il test puoi adoperare il frigorifero come luogo sicuro per l’eventuale esplosione.

  • Collegare il cavo di alimentazione

Te lo dico subito: questa operazione è molto delicata! Quello che ti serve è il cavo nero che termina con una spina. Questa può essere tripolare oppure a schuko: quest’ultima ha una forma rotonda e due soli spinotti cilindrici all’estremità. Quasi sicuramente non avrai una presa schuko nel muro e dovrai utilizzare un adattatore per trasformarla in tripolare.

L’altra estremità è formata da una femmina IEC del tipo C5/C6 ma più frequentemente C13/C14. In questo ultimo caso il connettore sarà corposo, con una forma esagonale irregolare e tre fessure (una delle quali disassata, è la importantissima presa a terra). Le femmine C5/C6 assomigliano a Topolino, le riconosci subito!

Di ThorstenS – Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=66078

Collega correttamente la femmina IEC CX nel retro del televisore: se non entra significa che stai sbagliano porta, fai attenzione mi raccomando! La spina (con l’adattatore, se necessario) va inserito nella presa a muro.

A questo punto dovrebbe accendersi un led (solitamente rosso) sulla cornice della TV.

  • Accendere la TV

Siamo giunti al momento più importante ed emozionante del tutorial: hai tutta la mia stima per esserti cimentato in questa impresa e di essere arrivato fin qui!

  • Con il telecomando

Visto che hai verificato l’efficienza del telecomando è giusto utilizzarlo! Premi il tasto con una specie di cerchietto rosso: è un tasto universalmente riconosciuto per ordinare alla TV di accendersi! In alcuni modelli basta premere un tasto a caso, ma io te lo sconsiglio. La TV ha bisogno di capire chi comanda: se la accendi con un tasto a caso ti prenderà per un novellino e non ti darà rispetto. Cosa comporta questo? Che di tanto in tanto ti mischierà i canali o ti obbligherà ad usare il Televideo. In alcuni casi si sintonizzerà per 24 ore su RaiGulp!

Non farti intimidire: imponiti e usa il tasto giusto!

Il tasto rosso è quello che devi premere per accendere la TV
  • Dal tasto sulla cornice

Ogni tanto ricordati però che la televisione sarà la tua compagna di tante ore spensierate e felici. Ed esattamente come la tua compagna umana anche lei ha bisogno di contatto, di carezze se vogliamo.

Per questo motivo sulla sua cornice sono presenti alcuni tasti: le più delicate li hanno del tipo “soft Touch”, cioè a sfioramento. Sono tasti ipersensibili: mi raccomando regolati quando li tocchi!

Il led che segnala la tensione e il tasto di accensione sulla cornice

Quelle un po’ più rozze hanno i tasti tradizionali sui quali devi mettere una certa forza per premerli: anche qui però non esagerare e non metterci più forza del dovuto. La devi toccare, non picchiare!

Qualsiasi tipo di tasti abbia la tua TV bisogna cercare quello giusto per accenderla. In linea generale si trovano nella cornice inferiore: se sono disposti dal centro verso l’esterno quello che dovrai premere sarà sicuramente quello centrale. Se sono disposti verso un solo lato quasi sicuramente dovrai premere quello più esterno!

Buona Visione!

  • Conclusioni

Buona visione della tua TV! E buon pesce d’aprile ?

Non dimenticarti di condividere questa utilissima e importantissima guida!

---
Una VPN economica, veloce, sicura e affidabile? Prova Surf Shark!. Uno sconto dell'82% per gli utenti di aklab.org!
--
E tu cosa ne pensi? Faccelo sapere nei commenti e condividi il post sui social!
---
Vuoi rimanere sempre aggiornato? Non perdere nessun post: iscriviti al canale Telegram e alla pagina Facebook!